Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

I gatti cercano il cibo con gli occhi piuttosto che con il naso

I gatti cercano il cibo con gli occhi piuttosto che con il naso

Secondo una ricerca condotta da  Evelyn-Rose Elizabeth Mayes, Anna Wilkinson, Thomas William Pike, Daniel Simon Mills dell'Università di Lincoln nel Regno Unito e pubblicata sulla rivista ufficiale di Applied Animal Behaviour Science, i gatti preferiscono usare la vista piuttosto che l'olfatto per individuare la posizione del cibo.

Sia la vista che l'olfatto sono ampiamente utilizzati dal gatto domestico in una varietà di contesti biologici, alla base dello studio è capire quale modalità tende ad avere la priorità e la tendenza per differenti individui ad usare differenti segnali in relazione alla stessa situazione.

Continua a leggere
  1164 Visite
  0 Commenti
1164 Visite
0 Commenti

Perchè i gatti fanno le fusa?

gattino

Accoccollati con la nostra palla di pelo preferita ci sentiamo abbastanza vicini al paradiso catturati dalle vibrazioni misteriose e un po' magiche delle fusa. 

Non si sa con esattezza perché i gatti fanno le fusa, anche se c'è un discreto numero di buone ipotesi. L'osservazione più ovvia è che i gatti fanno le fusa quando sono felici e si sentono bene. Ma non è sempre così: alcuni gatti fanno le fusa anche quando sono affamati, feriti, o spaventati. 

I gatti fanno le fusa utilizzando i muscoli della laringe e del diaframma, sia mentre inalano che mentre esalano,  come il sistema nervoso centrale genera e controlla queste contrazioni non si è ancora capito. 

Ma la domanda che più ci appassiona è perchè i gatti fanno le fusa? 

Continua a leggere
  1789 Visite
  0 Commenti
1789 Visite
0 Commenti

I gatti preferiscono la musica classica

gatto con le cuffie

Come i loro compagni umani, i gatti stressati possono ascoltare la musica per rilassarsi. E quando stanno combattendo lo stress di un intervento chirurgico sembra che non vogliano sentire musica pop o rocK. Vogliono la musica classica, almeno secondo una nuova ricerca.

Il Dr. Miguel Carreira, un veterinario presso l'Università di Lisbona, ha dichiarato in un comunicato stampa che c'è sempre musica negli ambulatori e sale operatorie e lo ha definito "un elemento importante per promuovere un senso di benessere nel team di lavoro, negli animali e nei loro proprietari". Ha inoltre notato che la maggior parte dei gatti preferisce la musica classica e sembrano prediligere G. Handel, diventando "più calmi, sicuri di sè e tolleranti durante la valutazione clinica".

Incuriosito da queste considerazioni, Carreira ha progettato uno studio per vedere se ciò che aveva osservato valeva per i gatti in generale.

Continua a leggere
  1867 Visite
  0 Commenti
1867 Visite
0 Commenti

Attenzione al Giglio di Pasqua, e non solo

gigli di pasqua

Secondo la leggenda il giglio bianco, che cresceva nel giardino del Getsemani, spuntò nel punto dove caddero le lacrime e il sudore di Gesù negli ultimi momenti di vita. Protagonista di varie leggende, segno di protezione dei Cavalieri Templari, simbolo di purezza, il Giglio Bianco (Lilium Candidum o Lilium Longiflorum) è spesso chiamato Giglio di Pasqua e per la sua bellezza e leggiadria è utilizzato per decorare ed abbellire le nostre case, soprattutto in questo periodo.

Attenzione però ai nostri amati gatti. Questo splendido fiore è tossico per i gatti. Mangiare solo un paio di foglie o leccare qualche grano di polline può causare rapidamente insufficienza renale.

Un gatto che ha mangiato qualche parte del giglio inizierà a vomitare poco dopo, il vomito andrà a diminuire dopo 2-4 ore. Entro le 12-24 ore il gatto può iniziare ad urinare frequentemente. La minzione può arrestarsi in caso di insufficienza renale. Se non curato, il gatto può morire entro 4-7 giorni dopo aver mangiato il giglio.

Un intervento tempestivo è fondamentale, portate il vostro gatto dal veterinario immediatamente se sospettate che possa aver mangiato il giglio.

Continua a leggere
  1503 Visite
  0 Commenti
1503 Visite
0 Commenti

Aiutare i nostri gatti a superare l'ansia da temporale

gatto-temporale1

E' uno scenario che molti proprietari di gatti e di cani conoscono fin troppo bene: non appena le nubi iniziano ad addensarsi e il vento a soffiare i nostri amici a 4 zampe cominciano ad agitarsi. Mentre alcuni semplicemente si leccano, passeggiano avanti ed indietro o si accoccolano al nostro fianco altri soffrono molto di più con forti sintomi di fobia del temporale.

Cani spaventati graffiano porte e mobili, si feriscono le zampe nella foga di raspare mentre i gatti possono cercare rifugio in nascondigli pericolosi, come le lavatrici, con risultati spesso disastrosi. Quando gli amici pelosi diventano nervosi, si tende a fare quello che ci viene naturale: cercare di confortarli e di calmare la loro ansia. Ma studi effettuati hanno dimostrato che il tentativo di placare i timori degli animali domestici tenendoli stretti vicino a noi o carezzandoli non ha alcun effetto significativo sul cortisolo, ormone dello stress, che può raggiungere un picco tre volte più alto del livello normale durante i temporali.

Ma non solo i tuoni provocano spavento ai nostri gatti e cani. Anche sirene, aspirapolveri, vento, aerei e, naturalmente, in cima alla lista, i fuochi d'artificio. Ognuno di noi ha una propria strategia per trattare con i cuccioli e gatti spaventati, ma vediamo alcuni dei consigli dati da veterinari e comportamentalisti per mantenere gli animali domestici tranquilli durante i fragorosi temporali estivi (e non solo):

Continua a leggere
  6856 Visite
  0 Commenti
6856 Visite
0 Commenti

Quanto è grande la ciotola del vostro gatto?

ciotoleSe avete mai provato a perdere peso sapete che la dimensione dei piatti, ciotole e utensili utilizzati ha un impatto significativo su quanto cibo vi servite e consumate. E' un fenomeno psicologico conosciuto collegato alle illusioni ottiche ed al contrasto-dimensione che ha portato a suggerire a chi è a dieta la sostituzione dei piatti piani con piattini e di utilizzare utensili più piccoli.

Non è quindi una sorpresa il risultato di uno studio condotto da ricercatori della University of Tennessee College of Veterinary Medicine secondo cui la dimensione della ciotola del cibo di un animale domestico molto probabilmente contribuisce all'epidemia di obesità tra i nostri amici a 4 zampe.

Nello studio 54 cani ed i loro proprietari hanno partecipato a una prova di quattro trattamenti di somministrazine di croccantini con le seguenti combinazioni:

• Ciotola piccola e dosatore piccolo
• Ciotola piccola e dosatore grande
• Ciotola grande e dosatore piccolo
• Ciotola grande e dosatore grande

I proprietari dei cani hanno utilizzato ciascuna di queste quattro combinazioni durante le quattro prove.

Ovviamente, le porzioni di cibo offerto ai cani usando la ciotola piccola con il dosatore piccolo erano significativamente meno di tutte le altre combinazioni. La combinazione ciotola piccola/dosatore piccolo apportava mediamente circa 151 grammi di cibo contro 172, 173 e 185 grammi delle altre combinazioni. La combinazione ciotola piccola/dosatore grande apportava quasi la stessa quantità di cibo della combinazione ciotola grande/dosatore piccolo  (172 grammi contro 173 grammi). 

Continua a leggere
  1446 Visite
  0 Commenti
1446 Visite
0 Commenti

10 errori da evitare

10-errori

I gatti necessitano di cure ed attenzioni specialistiche, ed è un fatto di cui spesso molti amanti dei gatti non si rendono conto.

Ecco dieci errori comuni che molti proprietari di gatti fanno:

1. Utilizzo di prodotti destinati ai cani.
In alcuni casi questo può rivelarsi un errore fatale. Mai dare per scontato che qualsiasi prodotto studiato per i cani sia sicuro anche per i gatti. Utilizzate solo prodotti che indicano chiaramente che sono sicuri per i gattini.

2. Somministrare farmaci umani.
Anche questo può rivelarsi fatale. Consultate sempre il veterinario prima di somministrare medicinali al vostro micio.

3. Permettere al gatto di crescere obeso.
Oltre la metà dei gatti domestici sono sovralimentati e fanno poco esercizio fisico.

4. Disattenzione per la lettiera.
I gatti sono creature estremamente pulite. Non gradiscono la letteria sporca e puzzolente. Hanno anche differenti e personali preferenze per quanto riguarda il tipo di lettiera e della relativa cassettina.

5. Adottare una "politica di non intervento" per il vostro gatto.
E' vero che i gatti sono indipendenti ed autosufficienti per natura, ma il vostro peloso felino ha bisogno del vostro aiuto con la spazzolatura, il taglio delle unghie, l'igiene dentale ed anche il bagno periodico.

Continua a leggere
  1180 Visite
  0 Commenti
1180 Visite
0 Commenti

Come ingannare tutti e far credere che non si possiede un gatto

occhiali 

6 suggerimenti per una casa cat-friendly

Se dite di possedere un gatto preparatevi a ricevere un vago sguardo di pietà mescolato con un pizzico di disprezzo. Fondamentalmente, sapete come stanno immaginando la vostra casa: mobili ed arredi strappati ed un odore vagamente di scantinato. In qualche modo, sfuggite a questo tipo di giudizio giusto dai proprietari di cani.

Ma un arredamento cat-friendly è possibile e non parliamo di strane torri-grattacieli adibite a condomini di gatti o innumeroveli accessori con immagini gattesche stampate.  Parliamo invece dell'arredamento di tutti i giorni che può resistere a un piccolo animale peloso che ha artigli e soprattutto una mente propria!

Suggerimento 1: Prima di tutto, assicurarsi che il gatto abbia i suoi giocattoli.
Quando i gatti si annoiano, che è probabilmente spesso, cercano qualcosa con cui giocare. E se non hanno qualcosa da lanciare, grattare o rotolare in giro, indovinate un po' cosa accade? Le vostre cose inizieranno a riempiere questi vuoti. Date al vostro gatto palline, pupazzetti e tiragraffi a piramide, a cubo, a casetta o come preferite purchè non sia il vostro divano.

Continua a leggere
  1292 Visite
  0 Commenti
1292 Visite
0 Commenti

Un piano per salvare gli uccelli della Nuova Zelanda: sbarazzarsi dei Gatti

gatto-in-strada

Un importante economista della Nuova Zelanda ha scatenato un putiferio, consigliando che i gatti dovrebbero essere progressivamente eliminati dal suo paese, sostenendo che essi sono una terribile minaccia per le varie specie di uccelli nativi.

Gareth Morgan, economista e ambientalista, sostiene che, riguardo agli uccelli, il gatto è in realtà un "serial killer del vicinato" e il suo sito web suggerisce ai neozelandesi di ridurre gradualmente la popolazione felina locale, sterilizando tutti i gatti e non sostituendoli in caso di morte.

Il problema, dice nel suo sito anti-gatto Cats to Go, è che i gatti stanno gradualmente mettendo in pericolo la ricca popolazione aviaria della Nuova Zelanda, avendo contribuito a uccidere 9 specie autoctone e mettendone in pericolo 33. I Neozelandesi hanno una simpatia ed un forte legame per quello che il signor Morgan chiama "quella piccola palla di pelo che è in realtà un assassino nato." La New Zealand Pet Food Manufacturers Association, che naturalmente ha interessi nelle statistiche, riporta che il 48% delle famiglie della Nuova Zelanda hanno i gatti, con la più alta percentuale di proprietari di gatti in tutto il mondo.

Continua a leggere
  1524 Visite
  0 Commenti
1524 Visite
0 Commenti

Il gatto sa scegliere cosa mangiare

I gatti sono in grado di "navigare" tra complesse combinazioni di alimenti umidi e secchi per ottenere una costante assunzione di proteine, grassi e carboidrati

gatto-mangia

Anche quando vengono fornite complesse combinazioni di diversi alimenti umidi e secchi, i gatti sono in grado di selezionare e combinare i cibi in quantità diverse per raggiungere un apporto costante di proteine, grassi e carboidrati. Pubblicato sul Journal of Comparative Physiology B, la ricerca mostra che i gatti regolano l'assunzione di macronutrienti, modificando la loro selezione di cibo nonostante le differenze nel contenuto di macronutrienti, il livello di umidità e la consistenza degli alimenti.

La ricerca è stata condotta da scienziati del WALTHAM ® Centre for Pet Nutrition ed è stato realizzato in collaborazione con i ricercatori dell'Università di Sydney (Australia) e l'Istituto di Scienze Naturali della Massey University (Nuova Zelanda).

In una serie di tre esperimenti, ai gatti è stato fornito cibo umido e secco in diverse combinazioni. In ogni esperimento, ai gatti sono stati offerti gli abbinamenti di cibo umido e secco in due fasi di selezione della dieta: una fase in cui sono stati offerti tutti i cibi contemporaneamente, separata da una fase in cui gli alimenti sono stati offerti in coppia (1 umido con 1 secco) sequenzialmente in cicli di 3 giorni.

Continua a leggere
  990 Visite
  0 Commenti
990 Visite
0 Commenti

Non tutti i gatti sono Killer

gatto-videocameraE' innegabile che i gatti sono creature con grandi e diverse personalità. Alcuni passano tutta la giornata inseguendo farfalle, altri passano tutto il giorno sonnecchiando al sole. Alcuni amano le coccole ed alcuni sono solitari.

Tuttavia, molti gatti - in particolare quelli che vivono anche all'aria aperta - hanno una vita di cui i loro proprietari non sanno nulla. Che monellerie combina un gatto quando si aggira da solo nel quartiere?

Era la domanda a cui Kerrie Anne Loyd, un'ecologista che recentemente ha ricevuto il suo dottorato presso l'Università della Georgia, ed i suoi collaboratori speravano di rispondere quando hanno avviato un progetto pilota utilizzando le Crittercams di National Geographic. Volevano sapere come i gatti influenzano la fauna selvatica come uccelli e roditori che condividono l'ambiente con i gatti.

Continua a leggere
  1058 Visite
  0 Commenti
1058 Visite
0 Commenti

Il Leone dell'Essex è in realtà un Maine Coon

teddy-bear2Una donna ha rivendicato la proprietà del "Leone" che si aggirava nell'Essex. Ginny Murphy ha detto che il suo Maine Coon, Teddy Bear, passeggia regolarmente nel campo in cui è stato avvistato il leone.

La ricerca da parte della polizia locale coadiuvata dagli esperti dello zoo di Colchester è scattata domenica sera quando alcune persone che soggiornano in un  campeggio hanno segnalato l'avvistamento di "un animale molto grande".

La polizia ha deciso di annulare e ricerche dopo che non è stata trovata alcuna traccia di un grosso felino ed ha dichiarato che gli avvistamenti erano di un grosso gatto domestico o selvatico.

Continua a leggere
  1134 Visite
  0 Commenti
1134 Visite
0 Commenti

"Miao": non un linguaggio ma abbastanza per gestire un Umano

nicastroDopo più di 5000 anni di convivenza uomo-felino e spiegazioni sul "miao" abbastanza da riempire un dizionario, i gatti non hanno ancora imparato la nostra lingua, ma uno studio di  psicologia evolutiva della Cornell University analizzando le reazioni delle persone alle vocalizzazioni feline ha dimostrato che i gatti sanno ottenere ciò che vogliono.
"Non importa quello che ci piace credere, i gatti probabilmente non usano un linguaggio", dice Nicholas Nicastro, che ha documentato centinaia di differenti vocalizzazioni feline

Continua a leggere
  960 Visite
  0 Commenti
960 Visite
0 Commenti

Sono piu' intelligenti i cani o i gatti?

cani e gattiSono più intelligenti i cani o i gatti? Questo dibattito sul quoziente intellettivo ha sollevato le ire degli amanti dei cani e dei gatti per decenni. E di solito vincono i cani. Per prima cosa, i cani hanno cervelli più grandi dei gatti, e più grande è il cervello, più l'animale è intelligente, o almeno così dice la teoria.

Continua a leggere
  21213 Visite
  0 Commenti
21213 Visite
0 Commenti

Una storia a lieto fine

sasha

Sembra incredibile ma è vero! Ci sono voluti due anni, ma alla fine Sasha, una calico non vedente di 3 anni, è tornata a casa!

Facebook, un amico attento e un po' di fortuna hanno consentito a Sasha di riunirsi alla sua famiglia, che ora vive a Blue Springs nel Missouri.
"Ho sempre pensato che mai ci avrebbe trovato, neanche in un milione di anni " ha detto Kris, la "mamma" di Sasha. "Non posso esprimere quanto siamo felici di averla di nuovo con noi."

Continua a leggere
  759 Visite
  0 Commenti
759 Visite
0 Commenti

Peter Dinklage portavoce per Farm Sanctuary's Walk for Farm Animals

farmPeter Dinklage, noto attore e star della famosa serie televisa di HBO Il Trono di Spade, vegetariano dall'età di 16 anni, ha girato un video per promuovere una serie di eventi focalizzati a sensibilizzare le persone per cambiare atteggiamenti e comportamenti verso gli animali da allevamento. Le Passeggiate organizzate da Farm Sanctuary’s Walk for Farm Animals si svolgeranno in più di 35 città del Nord America ed anche virtualmente. 

Continua a leggere
  875 Visite
  0 Commenti
875 Visite
0 Commenti

Un avvocato anche per cani e gatti: assistenza legale contro gli errori dei veterinari

assistenzaANCONA (4 maggio) – Anche cani e gatti avranno il loro avvocato di fiducia. Un legale sarà pronto ad assisterli nelle cause contro veterinari colpevoli di non averli curati a dovere. L'Associazione Arca2000 onlus, fondata a San Benedetto del Tronto da Daniela Ballestra (sorella di Silvia, la scrittrice), che da cinque cinque anni si occupa di malasanità animale, ha sottoscritto un accordo di collaborazione con lo studio di consulenza legale Animali e Ambiente di Montegranaro (Ascoli Piceno), diretto dalla consulente legale Francesca Testella.

Continua a leggere
  1037 Visite
  0 Commenti
1037 Visite
0 Commenti

Presentato il progetto "Pet Card" per incentivare l'adozione di gatti randagi

petcardL’iniziativa è rivolta alle categorie di pensionati a basso reddito per ottenere
agevolazioni economiche da parte di negozi di alimentari e studi veterinari.
È stato presentato il 16/05/2008 in Provincia il progetto “Pet Card” una tessera sconto promossa dall’ufficio diritti animali della Provincia di Savona, per combattere il fenomeno del randagismo felino e canino e conferire per le persone a basso reddito, sconti e agevolazioni negli studi veterinari e negli esercizi commerciali aderenti.

«La Pet Card – ha detto l’assessore Carlo Scrivano - ha visto l’approvazione delle locali sezioni dell’Ente Nazionale Protezione Animali e della Lega Nazionale per la Difesa del Cane. Ad oggi hanno già aderito al progetto dodici studi veterinari e numerosi esercizi commerciali. L’iniziativa ha valenza sociale e rappresenta un passo concreto per combattere il randagismo ed agevolare le fasce più deboli».

Continua a leggere
  778 Visite
  0 Commenti
778 Visite
0 Commenti

Il gatto nella tradizione celtica

thumb celticcatQuasi tutte le culture sciamaniche credono negli animali come alleati o aiutanti. Talvolta gli animali diventano protettori e guide per lo sciamano, sia nel regno fisico, sia durante il viaggio nei mondi sottili. I Celti credevano negli animali come alleati, e attribuivano ai loro clan intime associazioni con animali specifici. Ogni gruppo etnico si identificava con un animale e ogni membro del gruppo non solo pensava di discendere da un determinato animale (il totem), ma pensava anche di potersi appropriare, con iniziazioni particolari, delle qualità di questo animale. Alcuni gruppi etnici si chiamano “Figli dell’Orsa”, giacché simboleggiano, nel nome che portano, la loro discendenza dalla Grande Madre; altri invece si identificavano con il cigno oppure con l’oca dal piumato bianco, che rappresentavano il vestito di un Druido.

Continua a leggere
  1923 Visite
  0 Commenti
1923 Visite
0 Commenti

Gatto soccorso dai Vigili del Fuoco

thumb ossigenoDopo essere intervenuta per sedare un incendio, una squadra di Vigili del Fuoco di Dalton, Stati Uniti, ha soccorso un gatto intossicato rianimandolo con l'ossigeno
 
 fonte quotidiano.net

Continua a leggere
  935 Visite
  0 Commenti
935 Visite
0 Commenti